Errori nella preparazione del pane

Errori nella preparazione del pane

errori-preparazione-pane

Se l’impasto non cresce?

O abbiamo dimenticato di mettere il lievito oppure esso era scaduto e non ci siamo accorti. Per salvare l’impasto e non buttarlo fare un’altra base con un lievito attivo e unirlo al primo impasto. In alternativa aggiungere all’impasto sbagliato poca acqua tiepida dove abbiamo sciolto del lievito nuovo e fresco.

Se i lati e il fondo del pane sono troppo pallidi?

La temperatura del forno era troppo bassa o lo stampo utilizzato ha pareti troppo spesse che hanno reso difficile al calore di diffondersi. Per rimediare estreate il pane dallo stampo, capovolgetelo e rimettetelo in forno per altri 5/10 minuti.

Se la crosta del pane è troppo soffice?

L’umidità, quindi il vapore, nel forno non era sufficiente. Ci sono due cose da fare: prima della cottura spennellare il pane con del liquido ( olio, latte o burro fuso ) e poi inserire un contenitore, resistente al calore, con dell’acqua sul fondo del forno durante la cottura così da aumentare l’umidità.

Se la pagnotta è troppo croccante?

Qua è stato l’errore opposto, la cottura è stata troppo prolungata oppure nell’impasto è stata inserita troppa farina. La prossima volta controllare meglio la dose della farina e non eccedere con la cottura.

Se la crosta del pane è troppo dura?

succede se abbiamo esagerato con la glassatura oppure per l’eccessiva umidità nel forno. Per poter rimediare fate riposare il vostro pane in una sacca di cotone chiusa in un sacchetto di plastica per una notte intera.

Se la crosta del pane è separata dalla mollica?

Questo succede se l’impasto si è seccato troppo durante la lievitazione oppure la cottura del pane è avvenuta a temperatura troppo bassa. Purtroppo in questo caso non c’è rimedio. Per la prossima volta, adagiare l’impasto in una ciotola e coprirlo con la pellicola trasparente, in modo ermetico, per evitare spifferi d’aria. Poi durante la cottura, assicurarsi di cuocere il pane alla temperatura giusta.

Se la crosta del pane è pallida e soffice?

In questo caso non è stata sufficiente la cottura del pane oppure la temperatura in cui è stato cotto era troppo bassa. Per sapere se la cottura è corretta osservare il fondo della pagnotta che deve essere secco e deve “risuonare” se si picchietta.

Se la pagnotta presenta dei buchi?

L’errore è stato non lavorare abbastanza l’impasto oppure si sono provocati degli strappi o rotture durante la formatura della pagnotte. Fare attenzione al prossimo impasto.

Se il pane ha un sapore di lievito?

Semplicemente è stato utilizzato troppo lievito. Per velocizzare la lievitazione non bisogna aumentare la dose del lievito ma aumentare di pochi gradi la temperatura utilizzata per la lievitazione. Ancora meglio, tenere una temperatura di 27/28° e aumentare il tempo, senza aggiungere grammi di lievito.

Se la pagnotta si sgonfia nel forno?

E’ stata utilizzata una farina troppo raffinata e leggera ( tipo grano tenero 00 ) o la lievitazione è durata decisamente troppo tempo. L’impasto deve solo raddoppiare di volume, non dovrebbe crescere di più.

Se la pagnotta è densa e piatta?

In questo caso si è incorporato troppo liquido nell’impasto e il pane è troppo soffice. La prossima volta dosare meglio i liquidi e impastare per almeno 10 minuti il composto per consentire una giusta miscelazione tra gli ingredienti.

 

 

Print Friendly
Condividi con i tuoi amici …